mobilità

Quando si parla di mobilità si fa riferimento alle capacità elastiche dei muscoli scheletrici; i tendini sono delle strutture inestensibili ed i legamenti, pur avendo una discreta elasticità, sono deputati a mantenere nella propria sede i capi articolari.

Una buona mobilità permette da un lato di raggiungere posizioni che facilitano la progressione e dallíaltro di muovere il corpo con un minore dispendio energetico.
Líarticolazione che in tal senso risulta maggiormente coinvolta è la coxofemorale, con particolare riferimento al movimento di elevazione anteriore della coscia con la gamba in flessione. Questo movimento è frenato dalla muscolatura dei glutei e dei flessori della gamba; di conseguenza a questi muscoli andrà rivolta buona parte degli esercizi di allungamento.

Allenare la mobilità può migliorare la prestazione ed in secondo luogo diminuisce la possibilità di infortuni. Questo discorso è rivolto soprattutto agli arti superiori ed in particolare ai muscoli delle articolazioni scapolomerale ed interfalangee. Eseguire esercizi di allungamento al termine della seduta di allenamento, aiuta ad eliminare le contratture e facilita il recupero fisiologico della muscolatura che ha accumulato tossine.

Esercizi mobilità(Esercizi mobilità esercizi mobilità)

Consigli:

  • Gli esercizi devono essere eseguiti in forma statica senza molleggiare.
  • Ogni posizione và tenuta per minimo tre minuti.
  • Non forzare al massimo: un allungamento eccessivo porterebbe ad innescare un feedback difensivo che fa contrarre il muscolo anziché distenderlo.
  • I muscoli che non sono in stato di allungamento devonno essere comunque rilassati, senza contrarsi nel tentativo di mantenere la posizione.
  • Per ottenere dei risultati gli esercizi vanno praticati almeno quattro volte a settimana
  • Gli esercizi di mobilità devono essere eseguiti al termine della seduta di allenamento
  • Nel caso di una prestazione (gara o realizzazione in falesia), gli esercizi di mobilità devono essere eseguiti antecedentemente, avendo cura di interromperli almeno trenta minuti prima dellíinizio dellíattività (questo per non arrivare troppo rilassati al momento di iniziare ad arrampicare).
Allenamento | Riscaldamento | Potenziamento | Forza | Resistenza | Coordinazione | Tecnica | Tattica | Mobilita | Psicologia | Traumatologia | Programmazione |